mercoledì 27 dicembre 2017

Stralci di..... #16

Natale è andato.
Sempre considerata una festa per i bambini (loro si che l'aspettano e che se la godono) e per incotrare i parenti...
Parenti....:
L: Senti che arietta fresca? Ho portato il fresco !!!
Io: Veramente L siamo in inverno e fa anche troppo caldo per esser inverno.
.......silenzio....tra un tiro e un'altro di sigaretta.
L: La notte vengono e mi menano....con i bastoni.
Io: Chi?...e dove?
L: Li dove sto io a via..... Viene la madre e la moglie di Nicola e mi ammazzano di bastonate.
Io: Chi è Nicola.... e soprattutto Nicola, madre e moglie, sono tutti li ricoverati li?
L: No, no... solo nicola, loro vengono solo la notte con i bastoni a prendermi a bastonate.
Io: Ma che dici.... primo... come fanno ad entrare estranei di notte, secondo....dove prendono i bastoni?
L: Si...si... è come ti dico io...e non lo so dove prendono i bastoni, ma li prendono FIDATI.
.................. un minuto (circa) di silenzio.....
L: Lo sai che Maria carica il cellulare sul muro?
Io: Chi è Maria?
L: Quella che sta con me in stanza...
Io: Ah.... e vabbè caricherà la batteria tenendo il cellulare vicino alla corrente...
L: ............. No..no... lo ricarica
Io: La batteria.
L: Nooooo ricarica tutti i soldi e la batteria, strisciandolo sul muro.... "mi guarda un po infastidita"
Io: Non è possibile, non esiste un telefono così.
L: Io lo voglio.
............................
L: Io non ce la faccio a sapere tutte quelle cose, alle superiori io ho fatto ragioneria, non studiavo queste cose...
Io: 'un'attimo smarrito'..... cosa non sai?
L: Per uscire da li hanno detto che devo sapere tutta la vita ed opere di tutti i pittori, musicisti, attori e film di tutti i tempi... Tu li sai?
Io; .... andiamo dentro che le sigarette so finite.





lunedì 27 novembre 2017

Avete mai

Avete mai visto La Grande Fuga ? Probabilmente i più giovani no (Ero piccolo io quando lo vidi per la prima volta in televisione). Di questo film mi è sempre rimasto impresso il personaggio interpretato da Steve McQueen e in particolar modo le scene di lui nella cella di isolamento (dove veniva sbattuto regolarmente per i suoi mal riusciti tentativi di fuga in solitaria), seduto a terra con la schiena ad una parete, guantone da baseball nella mano sinistra e palla nella destra..... e la lanciava...
Tun....pavimento.....Tun...muro difronte a lui......Tunf.....guantone..
Tun....pavimento.....Tun...muro difronte a lui......Tunf.....
Tun....pavimento.....Tun...Tunf...
Tun....Tun...Tunf...
Tun..Tun..Tunf..
Tun..Tun..Tunf..
Tun..Tun..Tunf..
Staccavano l'immagine da lui per andare all'esterno delle cella e si continuava a sentire il ritmato
Tun..Tun..Tunf..
Tun..Tun..Tunf..
Tun..Tun..Tunf..







lunedì 30 ottobre 2017

Stralci di..... #15

Ecco !!!! Mi son ricordato perchè non devo dormire troppo.
Mediamente devo dormire 3/4 ore a notte, se dormo di più e il giorno dopo devo lavorare (se sto a casa ho sempre tremila cose da fare, quindi non conta) è un casino.
Sono troppo sveglio e lucido, quindi ho tempo sia per lavorare che per pensare e se lavorare è dovuto, pensare ne farei volentieri a meno. Mi innervosisco, divento di cattivo umore e mi viene anche il mal di testa.
Stando in ufficio non posso ascoltare musica (che è uno dei pochi tranquillanti che uso....le rarissime volte che ne ho bisogno), non posso fumare.... ecc ecc.
Me lo confermano, nel caso non bastassero i miei pensieri....

"beh, in effetti.. cannibale narcisista un po' ti si addice eh" 




Morale (la mia morale) della 'favola': Dormi meno e torna ad esser rincoglionito.


giovedì 26 ottobre 2017

giovedì 19 ottobre 2017

L'anima de li mejo

Uno de questi giorni arriverà
Quella signora secca che ce porta via de qua
Fai er segno della croce
O se stai sempre a bestemmià
Quella signora secca nun se formalizzerà.

Chi pensa che je spunteranno l'ale
Chi nun vorrà nemmeno er funerale
C'è chi ce dorme senz'avé er dolore
De respirà finché je batte er core.

L'anima de li mejo è sempre cara
E nun profuma ar chiuso de 'na bara
Quello ch'er male rompe lo ripara
Er beccamorto scava co' la pala.

Ma che mistero che c'è capitato
Sta corsa contro er tempo mozza 'r fiato
Io pe' fortuna nun c'ho mai penzato
Faccio finta de niente e quer che è stato, è stato.

Ma nun c'avé paura, nun è er caso
La vita è come 'n fiore e tu sei er vaso
La vita è sabbia dentro a 'na clessidra
E l'ora nun se legge: nun sai quann'è finita.

E allora magna, bevi e fai l'amore
E nun te preoccupà, nun serve core
La vita è bella pure se fa male
Ma nun restà a guardà: passeno l'ore.

L'anima de li mejo è sempre cara
E nun profuma ar chiuso de 'na bara
Quello ch'er male rompe lo ripara
Er beccamorto scava co' la pala.

Ma che mistero che c'è capitato
Sta corsa contro er tempo mozza 'r fiato
Io pe' fortuna nun c'ho mai penzato
Faccio finta de niente: er peggio è già passato.