lunedì 5 giugno 2017

Stralci di..... #12

Inizia la stagione dell'insorfferenza, da caldo. Vi lo comunico uffcialmente, già fa troppo caldo per i miei gusti e l'apatia mi assale più che mai.

Come al solito aveo diverse cosa da scrivere, ricordo benissimo che alcuni gionri fa mi son detto (e ripromesso) che sarebbe stato meglio scriver due righe di appunti, tanto per non perder il filo delle cose. naturalmente non l'ho fatto e naturalmente oggi che ho deciso di scriver 4 cose da queste parti, ho dimenticato praticamente tutto.

Ah si.... una cosa me la son ricorda ora mentre scrivevo.

Ormai da qualche mese ho natoto che con l'avvicinarsi della bella stagione (quindi parliamo di almeno un paio di mesi fa) si vedono in giro sui social tantissimi post di persone che pensano al nostro fisico ed alla nostra linea (perchè se si limitassero a loro stessi la cosa non mi disturberebbe, anzi), sponsorizzando stili di vita sana, salutare...quindi giù con consigli su sport... cibi.... pozioni strane... e trattamenti alieni, ma la cosa che mi snerva di più è leggere (e questo l'ho letto sulla bacheca di una mia amica.... :( ): "E' importantissimo per la vostra salute come vi nutrite" ..... l'occhio ha iniziato a tremolare, le tempie batter sempre più forte, la respirazione accelerata.... (pensavo anche di diventar verde ed enorme.... ma non è stato così)...e.....e...
Io non mi nutrirò mai !!!! IO MAGNO !!!!
.... ed amo farlo. Perchè la parola nutrire mi sa di asettico, come se il mangiare fosse semplicemente un inserire cose nello stomaco per far si che il corpo si sostenga, no cavolo mangiare è un piacere (non è un caso che l'ingordigia sia uno dei sette peccati capitali ;) ).

Metto un po di musica? Così... per spezzare? una foto?....
Uff cavolo, mai che mi arrivi una risposta immediata ed utile..., quindi faccio di testa mia..e quindi foto e visto che si parla di 'nutrirsi' in modo sano........


























Un paio di settimane fa stavo scaricando le buste della spesa, dal carrello al portabagagli della macchina, quando sento alla mie spalle: "che sciai quarche spiscio?"
... non mi son neanche girato a guardare chi fosse, ma nella testa ho meorizzato...voce... femminile... tossica.... età boh....
ed ho risposto: "Quando ho finito prenditi quelli carello"...
"grazie....grazie... te aiuto..."
A questo punto mentre con una mano cercava di arrivare all busta della spesa, continuando a ringraziarmi, mi son costretto a girarmi tanto per gaurdare in faccia, questa persona.
Mi giro e la guardo negli occhi...
Ida, cazzo.... (l'ho solo pensato non l'ho detto), teoricamente ha gli stessi miei anni, anche se sembra mia nonna, ha la pelle del viso sporca, bruciata, capelli a a dir poco lerci.....

Non son mai stato una cima a scuola, ma per qualche strano motivo, fin dalle elementari mi mettevano spesso a spiegare (rispiegare) le lezione a quei bambini (ragazzini alle medie, ragazzi alle superiori) che venicano considerati 'difficili'...........

Contiua (ma non oggi me so rotto)---->


lunedì 20 febbraio 2017

Ti cito !!!

Oggi mi gira così, poca voglia di scrivere, ma tanti concetti in testa....così faccio 'parlare' chi ne è stato capace:

Ciò che noi conosciamo di noi stessi, non è che una parte, forse una piccolissima parte di quello che noi siamo. 
E tante e tante cose, in certi momenti eccezionali, noi sorprendiamo in noi stessi, percezioni, ragionamenti, stati di coscienza che son veramente oltre i limiti relativi della nostra esistenza normale e cosciente. 
(dal saggio Umorismo, pubblicato nel 1908)


Nossignori. Per me, io sono colei che mi si crede!
(da Così è, se vi pare)


Ah, no! Volti la pagina, signora! Se lei volta la pagina, vi legge che non c'è più pazzo al mondo di chi crede d'aver ragione!
(da Il berretto a sonagli)


Luigi Pirandello